RIDUCI I LIVELLI DEL GAS RADON NEGLI EDIFICI

Il terreno è la principale fonte di radon

Un sistema di mitigazione

Il radon è un gas radioattivo incolore e inodore che si trova naturalmente nel suolo. È una delle principali cause di cancro ai polmoni, quindi è importante contattare un esperto in interventi di risanamento per testare i livelli di radon ed eventualmente procedere alla mitigazione. Se le concentrazioni sono elevate, la cosa migliore da fare è installare un sistema di riduzione del radon, ed adottare alcune misure preliminari sigillando crepe e aperture nell’edificio e aumentando la ventilazione.

Senza le giuste attrezzature e tecniche, potresti aumentare i livelli di radon nella tua casa! Se decidi di non utilizzare un tecnico esperto per ridurre il radon, è comunque essenziale contattare l’Arpa della tua regione.

Crepe e aperture nell’edificio possono consentire al radon di entrare nella tua casa o in ufficio. Tutti i punti di ingresso, come l’impianto elettrico, gli scarichi e ogni tipo di apertura possono essere riempiti con materiale idoneo.

La ventilazione è fondamentale per ridurre i livelli di radon. Quando possibile, apri diverse finestre al livello più basso della tua casa o del tuo ufficio. Anche una piccola fessura consente all’aria fresca di fluire, abbassando la concentrazione di radon nell’aria. Puoi scegliere di aprire le finestre anche ai livelli superiori per consentire all’aria di fluire in tutti gli spazi.

Puoi anche installare ventilatori a soffitto con generatori di ioni positivi. I ventilatori fanno circolare l’aria in casa o in ufficio, mentre un generatore di ioni positivi carica le particelle di radon. Le particelle vengono quindi attratte dalle pareti, dal pavimento e dal soffitto, impedendo loro di essere assorbite nei polmoni.

Evitare sempre l’uso di ventilatori di scarico, che aumentano i livelli di radon. Il radon entra in casa o in ufficio perché la pressione dell’aria è inferiore a quella esterna, attirando il radon verso gli ambienti chiusi. I ventilatori di scarico riducono ulteriormente la pressione dell’aria, quindi il loro utilizzo aumenta effettivamente la concentrazione di radon nell’aria. Se è necessario utilizzare una ventola di scarico, aprire anche le finestre.

Sebbene i livelli di radon nell’acqua non siano di solito abbastanza alti da avere un impatto significativo sui livelli di radon nell’aria, è possibile adottare misure per ridurre il radon nell’acqua, se necessario. La cosa migliore da fare è far scorrere l’acqua attraverso un’unità di carbone attivo granulare per rimuovere il radon. Assicurati di sostituire l’unità quando necessario e di smaltire le vecchie unità secondo le norme della tua regione.

Contatta comunque un tecnico qualificato, che può tranquillamente apportare modifiche alla tua proprietà per ridurre l’esposizione al radon. Parla con diversi ditte e chiedi loro di fornirti un’offerta. Considera sempre il livello di esperienza dell’appaltatore e del tecnico e valuta con questo ultimo le offerte ricevute dalle ditte specializzate.

Chiedi all’appaltatore di preparare un contratto che riporta nel dettaglio la strategia che hai deciso con il tecnico, quindi esaminalo e firmalo prima dell’inizio di qualsiasi lavoro. Chiedi anche al tuo tecnico di esibirti l’attestato di qualifica del corso professionale di 60 ore accertandoti che sia del tipo “universitario dedicato”, come stabilito dal decreto legislativo 101/2020.

Puoi cercarlo in ogni zona d’Italia cliccando qui

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *