IL GAS RADON COME RIMUOVERLO E A CHI RIVOLGERSI

Il radon se inalato all’interno dei luoghi chiusi causa il cancro del polmone.

Il gas radon è un grave problema per la salute. Per verificare la presenza negli edifici è necessario eseguire le misurazioni e rimuoverlo con l’ausilio di un esperto in interventi di risanamento

Il gas radon è una delle sostanze più difficili di cui accertare o quantificare la presenza: per questo, pur essendo un gas di origine naturale, può essere molto pericoloso se non tenuto sotto controllo con dovute precauzioni. La normativa (D.lgs. 101/2020) prevede che le concentrazioni all’interno degli edifici non superino i 300 Bq/m3. Il radon è la seconda causa di tumori ai polmoni dopo il fumo: secondo una stima dell’Istituto Superiore di Sanità, l’esposizione prolungata e inconsapevole della popolazione italiana a questa sostanza è responsabile dai 3000 ai 6000 decessi all’anno pe il cancro polmonare. 

Il primo passo per arginare il problema del gas radon in casa, luoghi di lavoro, scuole, palestre, ecc consiste nel misurare il livello della sua dispersione nell’ambiente: per farlo, sarà necessario un dispositivo/dosimetro in grado di misurare la quantità di radioattività presente all’interno dei locali.

Per ridurre le concentrazioni è necessario:

  • Ventilazione degli ambienti, per un corretto ricircolo d’aria;
  • Sigillatura di crepe o fessure per evitare la penetrazione del gas in altre stanze o ambienti;
  • Aspirazione dell’aria interna per l’eliminazione dell’aria contaminata;
  • Pressurizzazione dell’edificio;
  • Isolamento di locali particolarmente colpiti (solitamente piani interrati, cantine, vespai);
  • Nei casi più gravi, interventi strutturali o di sostituzione dei materiali. 

Per gli interventi di risanamento, laddove le concentrazioni superino i 300 Bq/m3, la normativa in materia prevede che sia un geometra, ingegnere o architetto iscritto all’Albo professionale ad agire con azioni di mitigazione; questo tecnico deve essere in possesso di un attestato di qualifica conseguito a seguito di un corso di formazione universitario dedicato organizzato da enti, associazioni, ecc, di 60 ore.

La Categoria dei Geometri italiani, con l’ausilio dell’Associazione Nazionale Donne Geometra – Esperti Edificio Salubre e gas radon, che da anni si dedica allo sviluppo delle competenze dei tecnici delle costruzioni in temi ambientali e inquinamento indoor in collaborazione con prestigiosi gruppi di ricerca e università nazionali e internazionali, ha definito un percorso formativo obbligatorio di alta valenza professionale dedicato a geometri, ingegneri e architetti necessario per conseguire la qualifica in “Esperto interventi di risanamento gas radon

Per trovare un Esperto della tua zona clicca qui

Per informazione sui corsi scrivi a: info@tecnicieprofessione.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *