AVVELENAMENTO DA RADON: COSA C’E’ DA SAPERE

Il radon (Rn) è un elemento naturale che si sviluppa dal decadimento radioattivo del radio. Le autorità sanitarie lo considerano un pericolo per la salute all’interno degli edifici a causa della sua radioattività.

Il gas radon negli edifici

L’Agenzia per la protezione ambientale degli Stati Uniti (EPA) classifica il radon come cancerogeno, il che significa che l’avvelenamento da radon può portare al cancro. È la principale causa di cancro ai polmoni nei non fumatori e la seconda causa principale nei fumatori.

Il radon è un rischio per la salute, in quanto non è rilevabile e non causa sintomi evidenti fino alla sua trasformazione in cancro ai polmoni.

Cos’è l’avvelenamento da radon?

Il radon è un gas che si presenta come prodotto finale del decadimento del radio. L’avvelenamento da radon si verifica quando grandi quantità entrano nel corpo e causano cambiamenti fisici dannosi.

È un elemento naturale che assume una forma gassosa a temperature e pressioni standard ed è una delle sostanze più dense a rimanere un gas in circostanze normali.

Come gas incolore, inodore e insapore, il radon non è rilevabile dai sensi umani. L’avvelenamento da radon non causa gli stessi sintomi dannosi e ovvi di altre sostanze radioattive. Invece, l’esposizione al radon può portare allo sviluppo del cancro ai polmoni.

Il radon si trova nella maggior parte degli ambienti in quantità molto piccole. Tuttavia, può accumularsi negli edifici. Il radon rappresenta la maggior parte dell’esposizione della maggior parte delle persone alle radiazioni ionizzanti.

Sintomi

L’avvelenamento da radon è sintomatico, il che significa che non fornisce alcuna indicazione significativa dell’esposizione.

Una persona non può odorare, assaggiare o vedere il radon ad occhio nudo. Inoltre non produce alcun effetto nel corpo fino a causare i cambiamenti cellulari che potrebbero portare al cancro ai polmoni. Per questo motivo, prendere tutte le precauzioni necessarie contro l’esposizione al radon è estremamente importante, soprattutto per le persone che vivono in zone esposte. L’Italia è uno dei Paesi più radioattivi al mondo e quasi tutti i territori sono esposti. Una persona che inizia a tossire sangue, sentire dolore toracico o avere difficoltà respiratorie dovrebbe visitare immediatamente un medico per escludere il cancro ai polmoni.

Effetti sulla salute

I ricercatori hanno scoperto le implicazioni negative del radon per la salute in tempi recenti. Negli anni 1940 e 1950, le aziende che hanno creato miniere non hanno ampiamente implementato sistemi di ventilazione. I medici hanno attribuito il cancro ai polmoni nei minatori della Repubblica Ceca, dell’Australia meridionale e degli Stati Uniti sud-occidentali all’inalazione di radon. Nonostante l’eventuale realizzazione dei pericoli, il cancro ai polmoni indotto dal radon nei minatori è rimasto un rischio significativo fino al 1970. Gli operatori sanitari ora riconoscono che l’inalazione di grandi quantità di radon provoca il cancro ai polmoni. Secondo l’EPA, il radon è la seconda causa più comune di cancro ai polmoni, dopo il fumo.

Il radon causa 21.000 decessi per cancro ai polmoni all’anno negli Stati Uniti Circa 2.900 di queste morti si verificano in persone che non hanno mai fumato. In Italia l’Istituto Superiore di Sanità stima circa 3500 decessi l’anno attribuibili al gas radon.

Diagnosi

Attualmente non è disponibile alcun test in grado di diagnosticare o identificare una precedente esposizione al radon.

Con la mancanza di test disponibili e sintomi evidenti, è doppiamente importante ridurre al minimo l’esposizione al radon negli edifici.

Le fonti del Radon

Sono molte le fonti del gas radon, le principali:

  • il terreno
  • i materiali da costruzione (specie se di origine vulcanica (tufo o i graniti)
  • l’impianto idrico

Rocce più comuni, come il calcare, emanano anche il gas radon, anche se questo è un evento meno comune e i livelli sono inferiori rispetto ad altre fonti.

Il radon tende ad entrare negli edifici nel loro punto più basso. Spesso si fa strada attraverso spaccature nelle fondamenta, crepe nei muri, spazi vuoti intorno ai tubi, cavità all’interno delle pareti e l’approvvigionamento idrico. È probabile che il gas si accumuli in edifici scarsamente ventilati ed ermetici. Per questo nella valutazione dell’efficientamento energetico e nella sigillatura ermetica va tenuto conto della necessità di ventilare gli ambienti, permettendo al gas radon di poter uscire dagli ambienti. Vanno pensate bocche di aereazione, che facilitano la movimentazione dell’aria da una parte all’altra della stanza, da collocare sia nella parte bassa che in quella alta delle pareti contrapposte.

I livelli variano molto da una località all’altra e, sebbene la densità del radon sia inferiore a 4 giorni, può accumularsi in alte concentrazioni, specialmente in aree a bassa quota, come scantinati o pozzi minerari.

Due case adiacenti e persino due stanze adiacenti possono variare significativamente nei loro livelli di radon. 

Rischi di radon a casa

I rischi esatti del radon in casa sono difficili da valutare. La maggior parte degli studi sui rischi ha utilizzato i dati dei minatori, che avranno avuto molta più esposizione al radon di quanto sia probabile in qualsiasi edificio. Alcuni ricercatori ritengono che il rischio di cancro da radon senza esposizione al fumo di sigaretta sia così piccolo da essere quasi insignificante. Altri, tuttavia, ritengono che i rischi che il radon presenta per la salute dei polmoni siano sottovalutati e meritino maggiore attenzione.

Prevenzione

Alcuni stimano che 1 casa su 15 negli Stati Uniti abbia livelli elevati di radon. I kit di test del radon sono ampiamente disponibili e generalmente economici. Possono essere richiesti all’Arpa, all’Enea, oppure a laboratori certificati.

I metodi più comuni di mitigazione includono:

  • Depressurizzazione o aspirazione del suolo: Questo consiste in un sistema di tubi di sfiato e un ventilatore che tira il radon da sotto la casa, sfogandolo verso l’esterno.
  • Migliorare la ventilazione dei locali.
  • Sistema di pozzetto di radon: Un pozzetto è una cavità sotto il pavimento in cui è inserito un tubo. Un ventilatore tira aria e radon verso l’alto e lontano dall’edificio.
  • Pressurizzazione positiva: Questi sistemi soffiano costantemente aria fresca filtrata in casa per eliminare il radon.

Rendere semplicemente la casa ermetica non limita i livelli di radon fino all’attuazione di altre misure.

Tutti i proprietari di attività commerciali e di case sono chiamati alla verifica del gas radon, rivolgendosi a tecnici specializzati (geometri, ingegneri, architetti), che abbiano un attestato di qualifica a seguito di un corso specifico di 60 ore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *